Italicum

9 luglio 2014 / 0 comments

Senza parole, si commenta da solo.

Ebola, la scienza e “Aiutiamoli a casa loro”.

8 luglio 2014 / 2 comments

Già avevo affrontato il tema degli imponenti flussi migratori (link) connessi a situazioni di tragiche guerre civili. Sostenevo che in quel caso è davvero difficile, se non proprio impossibile, immaginare di dare una mano alle popolazioni in fuga proprio a casa loro, semplicemente perché una casa non ce l’hanno o perché, nel persistere del conflitto, rischierebbero quella morte atroce che, magari, gli è già…

Read more →

Calciomercato: un vero e proprio genere letterario estivo.

8 luglio 2014 / 0 comments

Un tempo sulle spiagge italiane le donne si cimentavano nelle ardue letture degli Harmony più intricati:  storie d’amore difficili, arzigogolate ma a lieto fine, quasi sempre riassumibili in un “vissero per sempre felici e contenti”. Una volta i maschietti sotto l’ombrellone sfidavano Bartezzaghi cercando di completare quanti più cruciverba possibili prima del rito del bagno rinfrescante o…

Read more →

C’è drone e drone

7 luglio 2014 / 3 comments

Il termine è riproposto dalla cronaca militare in queste ore: i droni sembrerebbero, negli ultimi giorni, essere stati usati dall’esercito israeliano per  saldare il conto di chi tra i miliziani palestinesi avrebbe provocato l’uccisione dei tre ragazzi ebrei. In precedenza i droni sono stati usati nei diversi teatri di guerra dall’esercito americano: in Afghanistan ed in Iraq in particolar modo. Ma…

Read more →

L’abolizione degli inchini (non solo quelli di Oppido Mamertina)

6 luglio 2014 / 0 comments

Il rispetto è davvero un’altra cosa rispetto agli inchini. L’Italia è ancora una realtà sociale, talvolta anche normativa, in cui  il “Lei”, la deferente riconoscenza al “capo” formale, al di là di meriti e capacità, della sua storia continuano a farla da padroni. Gli inchini verso chiunque, soprattutto quando imposti convenzionalmente ad un gruppo di…

Read more →

I veri debiti (le vere eredità)

5 luglio 2014 / 5 comments

Nel mezzo del cammin di nostra vita, facendo gli opportuni scongiuri, può accadere, sempre più spesso di fare un riassunto per ricordi della propria esistenza. Capita poco prima di addormentarsi, mentre si cerca qualche pensiero positivo che agevoli un sonno che non vuole venire; capita quando si è in preda ad insoddisfazioni, inconcludenze o passaggi non proprio positivi; accade,…

Read more →

Che la terra ti sia lieve, Giorgio.

4 luglio 2014 / 0 comments

Non ho mai letto un libro di Giorgio Faletti. Certo son cresciuto a pane e Drive In, che si vedeva rigorosamente di nascosto dai genitori. I suoi personaggi erano i più ricercati e quindi studiati, molte volte emblemi caricaturali di un rampantismo ignorante e danaroso degli anni 80 che ci portiamo avanti o specchi di vere e antropologie marginali, comiche…

Read more →

Senza riflettere: i braccialetti, l’ipertrofia delle leggi e la riforma del Senato

4 luglio 2014 / 2 comments

Che storia quella dei braccialetti elettronici ! Dovevano essere la panacea di tutti i mali del “sistema carcere” e miracolosamente ridurre la popolazione carceraria rendendo il ricorso alla detenzione, tanto quella cautelare quanto quella nei momenti finali dell’esecuzione della pena, nelle quattro mura delle nostre Case circondariali. In pompa magna il Governo in carica ne aveva…

Read more →

La cultura (e il successo) delle “Cucine da incubo”

3 luglio 2014 / 0 comments

All’inizio fu “Cucine da incubo” con lo chef britannico Gordon Ramsay, poi si è passati al formato molto simile, sempre inglese, “Hotel da incubo” per arrivare alla versione italiana, in salsa partenopea, con la lente puntata su ristoranti italiani ormai persi in ordine a fatturato e capacità attrattiva dei clienti  e con lo chef, poco british ma molto “stile pulcinella”, Cannavacciuolo a…

Read more →

Una ridicola pena

1 luglio 2014 / 2 comments

Ci sono espressioni, corrispondenti ad altrettanti moti dell’animo, che se accostate dovrebbero essere considerati semplicemente ossimori. Eppure nel corso dell’anno domini 2014, in questo nostro paese, un sentimento di pena, quindi di angoscia, si può ben sposare con l’essere anche ridicolo. Si può pensare tutto il male possibile dell’ ex Cavaliere, di Silvio Berlusconi, soprattutto per non aver fatto…

Read more →

Campioni d’Europa

1 luglio 2014 / 0 comments

Appena usciti dalla Coppa del Mondo brasilera forse già si intravede un modo per riscattarsi. Questo nuovo metodo di stima del PIL promette bene per i nostri colori nazionali; magari ci aiuterà pure a trovare la strada di legalizzare e regolamentare qualche ramo di attività oggi considerata semplicemente illegale.   Campioni d’Europa (link)

“Aiutiamoli a casa loro”

30 giugno 2014 / 5 comments

Ci sono immagini che sono capaci di rappresentare meglio delle parole una verità; addirittura altre immagini sono idonee, più di un articolo di fondo, a smentire un’idea o un’ipotesi o a dimostrarne, plasticamente, tutta l’inadeguatezza a ridurre una complessità. Da più parti quando si è discettato di immigrazione, di flussi di immigrati, si è evocato il concetto: “aiutiamoli…

Read more →

Banalità psicologiche a distanza.

30 giugno 2014 / 1 comment

Non mi preoccuperei di test psicologici fatti a distanza ma degli esiti scontati e banali  a cui sono pervenuti; anche le polemiche che ne sono seguite fanno parte del canovaccio delle contumelie ordinariamente rivolte al social di Zuckerberg. Della serie: banalità psicologiche a distanza. (link).      

Balotelli e dintorni…

29 giugno 2014 / 7 comments

  Ho cercato di riflettere, in questi giorni. Al di là delle banalità dette su e da Balotelli. Troppo facile prendersela con quel “Non ho scelto di essere italiano“: è così tanto sprovveduto e logicamente ingenuo che è come sparare sulla Croce Rossa; non c’è uno tra i 60 milioni di cittadini italiani che sia stato messo in…

Read more →

Le scuse dopo 30 anni…

29 giugno 2014 / 2 comments

Trenta anni fa frequentavo la 3° media alla Cocco Ortu; abitavo in una periferia romana e di là a poco io e mio fratello saremmo stati, nostro malgrado, protagonisti di un episodio balzato alla cronache nazionali: il sequestro di un’intera classe di alunni e l’omicidio di un bidello da parte di uno squilibrato entrato nella Scuola armato….

Read more →